giovedì 17 novembre 2016

Incontri ravvicinati del terzo tipo: i goblin volanti di Hopkinsville

Questo episodio è passato alla storia come uno dei più strani incontri ravvicinati di cui si abbia notizia. Tutto comincia una tranquilla sera di agosto del 1955, vicino a Hopkinsville, nel Kentucky. Come in molti altri casi, l'incontro è preceduto dall'avvistamento di strane luci nel cielo.

Billy Ray Taylor, in visita con sua moglie nella casa di campagna dei Sutton, esce per andare a prendere un po' d'acqua dal pozzo, quando vede un oggetto luccicante a forma di disco che sembra atterrare in un burrone lì vicino. Spaventato, corre subito in casa per raccontare agli altri quello che ha visto, ma quelli gli ridono in faccia e gli dicono che probabilmente si è trattato solo di una stella cadente.

Se la vicenda fosse finita lì, probabilmente non ne avremmo saputo nulla. Ma i problemi per le due famiglie erano soltanto cominciati.



Poche ore dopo l'avvistamento infatti, si sentirono i cani fuori abbaiare furiosamente. Quando Taylor ed Elmer Sutton si armarono di fucile ed uscirono per andare a controllare, si trovarono faccia a faccia con un'entità che mai avrebbero immaginato di incontrare. Più tardi la descriveranno così: luminosa, alta circa un metro, con una testa sproporzionata rispetto al resto del corpo, occhi che brillavano, lunghe orecchie sporgenti ai lati della testa, bocca stretta, gambe sottili e dita che finiscono in artigli. La creatura, che inspiegabilmente galleggiava a pochi centimetri dal suolo, era vestita con una specie di tuta metallica d'argento.

I due uomini ebbero appena il tempo di rendersi conto di quello che stavano vedendo, quando lo strano essere si scagliò contro di loro. A poco valsero i proiettili sparatigli addosso; si limitò a fare una giravolta in aria, illeso, e sparì nel bosco. Gli uomini allora si ritirarono a loro volta in casa, ma prima che potessero raccontare quello che gli era successo, un altro essere era già apparso davanti a una finestra.

Nel panico generale, gli spararono di nuovo, ma anche stavolta senza successo. Usciti per accertarsi di averlo colpito, furono aggrediti da un altro essere, che si calò dal tetto della veranda e tirò uno degli uomini per i capelli. Anche questa creatura sembrava essere invulnerabile al fuoco dei fucili, così agli uomini non restò che barricarsi in casa.


Diverse creature cominciarono allora a camminare sul tetto e ad apparire di fronte alle finestre, terrorizzando gli uomini, le donne e i bambini presenti in casa. Questo assedio durò per ben 3 ore, finché le due famiglie non si decisero a fuggire in macchina. Mentre entravano in macchina, uno dei bambini notò che le creature si attaccavano ai muri della casa come farebbe un ragno.

Non sapendo cosa fare, le famiglie si recarono alla più vicina stazione di polizia per chiedere aiuto. Lo sceriffo Russell Greenwell e gli altri ufficiali presenti presero le loro deposizioni e furono colpiti dall'apparente sincerità dei testimoni. Secondo lo sceriffo: "Queste non erano il genere di persone che normalmente correrebbero dalla polizia... qualcosa deve averli spaventati, qualcosa che va oltre la loro comprensione."

I poliziotti si recarono alla casa per investigare, ma trovarono solo i fori di proiettile nelle finestre e nei muri, delle strane creature nessuna traccia. Alcuni vicini confermarono di aver udito gli spari, e un poliziotto di pattuglia nelle vicinanze asserì di aver visto strani oggetti simili a meteore volargli sopra la testa.

Dopo aver ricevuto rassicurazioni dallo sceriffo che il peggio era passato, i Sutton e i Taylor poterono finalmente fare ritorno a casa verso le 2 di notte, ma purtroppo per loro l'incubo non era ancora finito. Le creature infatti ricomparvero e ricominciarono come prima a scalare i muri e ad osservare le persone dalle finestre. Solo all'alba se ne andarono definitivamente.

Quella fu l'ultima volta che le videro, ma i Sutton furono così scossi dall'incidente che non molto tempo dopo decisero di cambiare casa.

Questo caso ha diviso gli appassionati di misteri e gli scettici per decadi. Che cosa è successo veramente quella sera di agosto del 1955? Che cos'erano quelle creature, ammesso che siano esistite? Forse alieni, visitatori da un'altra dimensione, qualche specie terrestre che non è ancora stata identificata?

Nessun commento:

Posta un commento